Matrimonio Industriale: l’esperienza di Fabio e Talita

Fabio e Talita hanno deciso di organizzare il loro matrimonio seguendo la tendenza del matrimonio industriale.

Dopo lo stile shabby chic, quello bohemien e il country chic, ad arrivare dagli Stati Uniti è anche il trend del matrimonio industriale, o urban style: una tendenza originale ed eclettica che combina design e architetture contemporanee a materiali grezzi, decorazioni vintage dal fascino antico a tonalità neutre e metalliche.

Oggi giorno chi vuole coronare il proprio sogno d’amore con un matrimonio unico e creativo ha un ventaglio di proposte tra cui scegliere per esprimere appieno la sua personalità e raccontare la sua storia romantica. Ma se siete una coppia giovane e moderna che desidera un matrimonio innovativo, minimal ed anticonformista lo stile industriale è quello che fa al caso vostro!

Fabio e Talita hanno deciso di organizzare il loro matrimonio seguendo proprio questa tendenza, abbandonando l’idea di un rito tradizionale tra ville e castelli per sposarsi in un luogo dall’atmosfera atipica e curiosa.
La Filanda Motta di Mogliano Veneto (TV) è stata la scelta perfetta per organizzare il loro ricevimento di nozze il 28 settembre 2019.

Ecco qualche aneddoto sul loro matrimonio, con spunti interessanti per chi è attratto da questo stile seducente e sta pensando di organizzare un matrimonio informale e contemporaneo.

  • Il punto di partenza per la realizzazione di questo progetto è stata la scelta della location.

    Da una parte la Filanda Motta è un luogo ricco di storia in quanto ha visto l’alternarsi di decine di filandiere dedite al lavoro. Dall’altra è stata oggetto di un attento recupero archeologico-industriale che ha valorizzato i suoi spazi, permettendo la conversione in un centro di servizi moderno, duttile ed elegante.
    Per via di queste caratteristiche, e grazie anche alla presenza di dettagli quali i grandi finestroni, i pavimenti in cotto e l’imponente ciminiera, la filanda si è rivelata il luogo ideale per ambientare un matrimonio industriale.

    Seguendo questa linea, altri esempi di strutture adatte ai perfetti matrimoni urban style sono le fabbriche dismesse, i capannoni industriali, le imbarcazioni abbandonate e i loft metropolitani.
    Si tratta di spazi oltremisura che attraverso la pianificazione di un evento possono essere riscattati e avere una nuova destinazione d’uso. In questo modo è possibile riscoprire in essi una bellezza particolare con l’aggiunta di tocchi e decorazioni che possano conferire un’atmosfera magica che trasporta indietro nel tempo.
  • Oltre alla location, un altro tassello fondamentale per ricreare l’atmosfera di un matrimonio industriale è la scelta dei giusti materiali ed elementi decorativi.

    Per ottenere l’effetto desiderato è necessario creare un contrasto tra le decorazioni vintage e retrò e l’utilizzo di architetture contemporanee e moderne. Un esempio può essere quello di accostare candelabri e manufatti dall’aspetto vissuto, tante candele e fairy lights, che aggiungono punti luce e una nota di romanticismo, ad ornamenti di differenti materiali come l’acciaio, il ferro e l’oro affiancati da oggetti di design in legno grezzo e da pareti con mattoni a vista. 

    Il vantaggio di questo tipo di allestimento è che ognuno può selezionare gli abbinamenti più adatti ai propri gusti ed esigenze avendo la possibilità di scegliere tra una gamma infinita di proposte.
    Al matrimonio di Fabio e Talita, ad esempio, sono stati i fiori di carta a fare da protagonisti e a rappresentare il filo conduttore di tutto l’evento, dalla chiesa alla filanda, rendendo unico anche il tableau marriage.

    Altri particolari che meritano di essere citati sono i rimandi che la sposa ha voluto inserire in ricordo della madre, venuta a mancare qualche anno fa. Il cuore di fiori appoggiato sul primo banco a lato del padre, la farfalla nera nel contenitore delle fedi e l’altalena, posizionata nella sala del ricevimento accanto alla sposa, sono stati dei dettagli ricchi d’amore e di emozione, che hanno simboleggiato la presenza della madre anche nel giorno speciale di Talita.
  • Altrettanto importante è la scelta dei colori.

    Gli sposi hanno privilegiato tonalità neutre tra il marrone e il beige, enfatizzando il contrasto con l’aggiunta di decorazioni oro e di particolari floreali voluminosi sia per i centritavola che per l’arredamento circostante.
    La scelta di questa tipologia di fiori e piante è servita a fare in modo che l’interno sembrasse allestito come un esterno, portando la natura stessa dentro la location, altra caratteristica tipica dello stile industriale.   

    Altri colori perfetti per le nozze in tema urban style sono il bianco e il nero, così come le cromature più scure del metallo, abbinate sempre a tonalità contrastanti e marcate per creare un’atmosfera esclusiva e dal forte impatto visivo.

Quale altro stile riesce ad unire in maniera così impeccabile la modernità e l’innovazione alla raffinatezza e all’eleganza? Il risultato minimal ed esagerato allo stesso tempo dei matrimoni industriali permette di differenziarsi dagli stili più comuni e soprattutto di uscire dagli schemi, creando qualcosa di assolutamente nuovo ed originale.

P.S. Un ringraziamento speciale va a tutti quelli che hanno reso possibile la realizzazione del matrimonio di Fabio e Talita:
in primo luogo Giulia Frezzato, la fotografa che ci ha raccontato i dettagli della sua preparazione e ci ha fornito le bellissime fotografie che permettono di ricordarlo, la Floral & Event planner Alessia Segato, che ha provveduto a curare l’allestimento nei minimi dettagli, Gallo Service, che si è occupato delle luci e dell’audio, Falco d’Oro che si è dedicato al catering e infine Preludio noleggi, Ambroso e Edg che hanno fornito l’arredamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *